Treviso: La zona del Piave e gli asparagi bianchi di Cimadolmo IGP

Food Travel
By on 14/05/2017

Gli asparagi sono una delle 3 eccellenze enogastronomiche per cui la Marca Trevigiana è famosa nel mondo.

Ho avuto modo di partecipare al blog tour #GermogliDiPrimavera organizzato per far conoscere l’asparago di Cimadolmo IGP. Adoro quando ho la possibilità di raccontare la mia terra.

Intanto dov’è Cimadolmo? Boooh! Cioè spesso neanche tanti trevigiani sanno che è un paesino della loro provincia che sorge lungo il fiume Piave in una zona completamente pianeggiante.

Che dite partiamo con il racconto di questa esperienza? Iniziamo alla mattina, per la precisione alle 9, in un paesino completamente deserto vicino a un cippo che segna il KM 0 della Strada dell’Asparago Bianco; da qui, dopo alcune frasi di benvenuto al gruppo, ci spostiamo subito in auto verso la campagna.

Strada asparago cimadolmo IGP

asparago

Scendiamo nei campi della società agricola La Negrisia, la più grande di Cimadolmo in fatto di ettari coltivati ad asparago.

Dalla proprietaria, la signora Daniela, ci viene spiegato che esistono 3 tipi di asparagi:

  • L’asparago bianco, che germogliando interamente sotto terra (e quindi in assenza di luce) ha un sapore delicato.
  • L’asparago violetto, dal sapore molto fruttato, è in realtà un asparago bianco che riesce a fuoriuscire dal suo sito e, vedendo la luce, acquista un colore lilla abbastanza uniforme. Ha un leggero gusto amaro.
  • L’asparago verde che germoglia alla luce del sole come quello violetto, ha però un sapore marcato e il suo germoglio possiede un gusto dolciastro. È il solo asparago che non ha bisogno di essere pelato.

L’asparago di Cimadolmo è bianco, sono circa 100 gli ettari complessivi coltivati con questa pianta.

Il lavoro, dalla raccolta al prodotto finito, è quasi prevalentemente manuale. Gli agricoltori sono già schierati quasi all’alba pronti per raccogliere i delicati germogli (i turioni), il motivo è semplice: non devono prendere la luce perchè la qualità ne risentirebbe! Mi ha fatto molto piacere vedere in questa ditta degli immigrati lavorare, è importante l’integrazione anche nella cultura del posto.

campi asparagi

I campi di asparago ordinatamente coperti

 

Un post condiviso da Federico Graziati (@federicograziati) in data:

asparago

La raccolta

 

Un post condiviso da Federico Graziati (@federicograziati) in data:

Entro poche ore poi gli asparagi devono arrivare in azienda perchè vengano prima puliti, tagliati (per essere IGP devono avere tutti la stessa dimensione di 22cm), selezionati per avere determinate caratteristiche (nessun a lavorazione, no lunga conservazione, punta chiusa) e poi impacchettati. Il tutto anche questo a mano!

Il vero asparago di Cimadolmo IGP deve avere questa etichetta!

Taglio dei mazzi

Salutiamo e ringraziamo Daniela e ci dirigiamo verso la casa della nostra guida che scopriamo essere un grande appassionato della Grande Guerra. Si proprio la Grande Guerra è uno dei simboli di questa zona, dove le sorti dell’Italia si capovolsero a suo favore dopo la disfatta di Caporetto.

remington pistola iww giornale piave

Lungo tutto lo scorrere del fiume Piave si possono trovare ancora resti di queste battaglie tra trincee perse nella boscaglia a cimeli in giro per case e locali. Ovviamente i monumenti sono sparsi ovunque dall’altipiano di Asiago, dove la battaglia fu la più cruenta di tutte, alla foce del fiume a Cortellazzo. Nel mio Veneto ci sono 4 monumenti alla memoria che sono sicuramente da ricordare: Asiago, Nervesa della Battaglia, Monte Grappa e Fagarè. Proprio quest’ultimo avrei dovuto visitare (è l’unico che mi manca!!!), peccato che era chiuso. Trovo la cosa davvero irritante chiudere un monumento così importante il 1 maggio, giorno di festa, quindi giornata perfetta per gite fuoriporta.

Un post condiviso da Federico Graziati (@federicograziati) in data:

Successivamente siamo andati nei pressi dei resti del Molino della Sega. Questo posto viene ricordato perchè fu la zona di battesimo del fuoco per i ragazzi del 1899. Questi furono chiamati alle armi per un Regio Decreto all’età di 18 anni e dopo poche settimane di addestramento mandati al macello contro l’esperto esercito asburgico.

I resti del Molino della Sega

Trincee nella destra Piave verso l’Isola di Papadopoli

La mattinata si è poi conclusa con una visita al cimitero inglese di Tezze. Il contrasto tra i variopinti e confusionari campisanti italiani e l’ordine e la rigorosità di quelli inglesi è davvero incredibile: io sinceramente preferisco i secondi, lapidi bianche tutte uguali, in fila, tenute perfettamente come a dire che davanti a Dio siamo solo uomini e non ci sono distinzioni.

Beh parliamo di asparagi e secondo voi non ne ho mangiato nemmeno uno? Sono andato alla 42° Festa dell’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP e ho gustato un po’ di cicchetti. Ho scelto di fare così per poter provare più cose possibili invece del tradizionale pasticcio o risotto.

Giusto per farvi venire fame: mozzarella in carrozza agli asparagi, millefoglie di bue con asparagi e mele verdi, crostino con asparagi crudi, crostino con salsa all’uovo e asparagi e la caciotta di capra con agli asparagi marinati.

 

Un post condiviso da Programma Tv (@cronachetrevigiane) in data:

Dopo pranzo, per smaltire, abbiamo rotolato fino a Borgo Malanotte. Questo è un piccolo agglomerato di case appartenenti alla rete Borghi Europei del Gusto. All’improvviso tra il verde degli alberi, appare dietro un marmoreo cippo d’epoca romana il borgo e attraversato un ponticello in legno sembra di tornare indietro di almeno 50 anni. Qui il tempo si è come fermato. Sembra quasi di camminare per l’isola di Burano e la strada è uno dei canali dell’isola. C’è un capitello, la stazione dei cavalli, gli affreschi, i portici, le stalle, la locanda ancora funzionante… tutto ha un suo fascino. Ci accoglie inoltre la signora Clara che dall’uscio della sua porta, inizialmente un po’ intimorita, condivide alcune storie della sua vita passata da oltre 50 anni in quel posto. Pensate arrivò in bicicletta per lavorarci e vi rimase per amore!

Un post condiviso da Federico Graziati (@federicograziati) in data:

Durante la II guerra mondiale questo borgo fu requisito dalle forze austriache e fu una delle poche aree che fece resistenza all’esercito alleato dopo l’attraversamento del Piave. Pensate che un contadino ora ha un bunker sotto il suo giardino e lo ha trasformato in cantina per i suoi vini e salumi.

Una cosa da segnalare è sicuramente quella che questo borgo da il nome a un famoso vino Raboso, il “Malanotte del Piave DOCG” con il suo colore rosso scuro e il sapore forte, da contemplazione.

Assaggiamo, per finire bene la giornata, questo vino con alcuni prodotti tipici del territorio, l’asparago su tutti, all’osteria Al Cortivo inserita nel borgo con un’ottima opera di restauro.

Aprile e maggio sono gli unici mesi in cui si può trovare l’asparago di Cimadolmo IGP. Come ho detto all’inizio deve essere consumato poco tempo dopo la raccolta quindi venite a farvi un giro nella provincia di Treviso per scoprire questi magici posti accompagnati da un bicchiere di vino e un piatto a base di questo favoloso germoglio.

Per maggiori info visitate il sito di Germogli di Primavera.

TAGS

LEAVE A COMMENT

FEDERICO GRAZIATI
Treviso - ITALY

Nel mio passaporto c'è scritto Federico Graziati ma puoi chiamarmi Fede o Graz. Lavoro nel mondo della comunicazione e sono per passione fotografo e instagramer. Uso questo questo spazio per raccontare quello che vedo attraverso i miei occhi. Le foto dei posti e delle cose che ho l'opportunità di visitare penso siano il miglior strumento che io possa usare per condividere le mie esperienze con voi. Seguimi per trovare la vera essenza della scoperta!

Instagram
  • ~ my favorite area of the historic centre of Edinburgh ~

ITA 🇮🇹 Ramsay Garden è un isolato di sedici palazzi condominiali nella zona di Castlehill a Edimburgo, in Scozia. Si distinguono per il loro bugnato (un tipo di lavorazione muraria) rosso e gli esterni bianchi, e per la loro posizione di rilievo, la più visibile da Princes Street.
~
ENG 🇬🇧 Ramsay Garden is a block of sixteen private apartment buildings in the Castlehill area of Edinburgh, Scotland. They stand out for their red ashlar and white harled exteriors, and for their prominent position, most visible from Princes Street.

#fromGrazEyes #neverstopexploring
  • ~ lovers ~

ITA 🇮🇹 Dopo aver finito di lavorare mi sono diretto a Piazzale Michelangelo per assistere al tramonto... Peccato che è stato nuvoloso tutta la giornata.
Messo il teleobiettivo allora ho cercato di catturare le coppiette che sedevano sulla scalinata a guardare il panorama mentre degli artisti di strada cantavano canzoni d'amore.
~
ENG 🇬🇧 After finishing work I headed to Piazzale Michelangelo to watch the sunset ... it was cloudy all day so the sun didn't appear.
So I mounted the telephoto lens and I tried to capture the couples who sat on the steps to look at the view while a street bad sang songs of love.

#fromGrazEyes
  • ~ 5 years old ~

La mia prima e unica volta a Firenze fu 5 anni fa per un viaggio con l'università. Questa foto la feci appoggiando sul muretto che spunta a destra.
Da allora tanto è cambiato, @instagram era solo per gente con l'iphone e io lo detestavo soprattutto per il formato quadrato (infatti questa foto sarebbe orizzontale ma l'ho ritagliata).
Domani non vedo l'ora di tornarci perché è l'unica grande città italiana che mi ha fatto fatto davvero dire: io qui ci vivrei.
~
My first and only time in Florence was 5 years ago for a trip with the university. I took this photo on the wall that protrudes to the right.
Since then much has changed, @instagram was only for people with the iPhone and I hated it especially for the square format (in fact this photo would be horizontal but I cut it).
I can't wait to go back tomorrow because it is the only big Italian city that really made me say: I would live here.

#fromGrazEyes
  • ~ quiet ~

Pace e tranquillità che scorrono in un paese di montagna quando si è lontani dalle piste da sci.
~
Peace and tranquility that flow in a mountain village when you are far from the ski slopes.

#fromGrazEyes
  • ~ spend your time with your family... More than you can ~

ITA 🇮🇹 Da piccolo vai in vacanza con la tua famiglia perché sei obbligato ma solitamente ti piace.
Da adolescente ci vai quasi contro voglia perché vuoi sentirti grande.
Da ragazzo difficilmente vai in vacanza con i tuoi genitori.
Quando sei adulto capisci il valore della famiglia... Però lasci i tuoi figli ai tuoi genitori, ora nonni, per farti una vacanza lontana da qualsiasi rottura.
Quando I figli crescono, capisci cosa hanno fatto realmente i tuoi genitori per te e allora cerchi di recuperare il tempo che non gli hai realmente dedicato.
~
ENG 🇬🇧 When you are a child you go on holiday with your family because you are obliged but usually you like it.
When you are a teenager you go on holiday with them almost against your desire because you want to feel older than your age.
When you go to university you hardly go on vacation with your parents.
When you are an adult you understand the value of the family... But you leave your children to your parents, now grandparents, to pass a holiday away from any breakup.
When your children grow up, you understand what your parents really did for you and then you try to recover the time you didn't really give them.

#fromGrazEyes
  • ~ room's view ~

ITA 🇮🇹 Svegliarsi ogni mattina con una vista così incantevole sarebbe la cosa più bella del mondo.
Se poi scendi le scale e ti aspettano i proprietari dell'agriturismo con i loro prodotti per fare colazione pensi ancora di sognare.
Beh per me è stato proprio così domenica degustando formaggi di malga e la famosa bresaola del luogo.
~
ENG 🇬🇧 Waking up every morning with such a lovely view would be the most beautiful thing in the world.
Then if you go down the stairs and the owners of the farm are waiting for you with their products for breakfast, you still think you are dreaming.
Well for me it was just so Sunday tasting mountain cheeses and the famous local bresaola.

#fromGrazEyes
  • ~ drive in a white wonderland ~

In questo weekend ho avuto la possibilità di provare l'emozione di essere a bordo di Jaguar E-PACE. Fino al 18 febbraio, a Livigno, puoi avere anche tu questa fortuna per provare il modello più adatto a te. 
Potrai vivere un’esperienza unica, proprio come l'ho avuta io, in cui le performance all-terrain di Jaguar incontrano le avventure di ogni giorno.

#epacexperience #jaguaritalia #jaguarhunter #ad #epace #artofperformancetour 
#fromGrazEyes
  • ~ compact with high performance ~

Oggi sono stato a Livigno a testare la nuova E-PACE.
Il SUV compatto di Jaguar mi ha davvero stupito soprattutto per le sue performance su fondo nevoso dovuto alla tanta tecnologia presente.
Girando per il centro del paese il suo design invece non passava inosservato.
Dopo essere salito a quasi 2.000 metri per una strada innevata ho poi potuto godermi un panorama fantastico.

#advertising per @jaguaritalia

#epacexperience #jaguaritalia #jaguarhunter #epace #artofperformancetour

#fromGrazEyes

Seguimi!