Treviso: La zona del Piave e gli asparagi bianchi di Cimadolmo IGP

Food Travel
on
14/05/2017

Gli asparagi sono una delle 3 eccellenze enogastronomiche per cui la Marca Trevigiana è famosa nel mondo.

Ho avuto modo di partecipare al blog tour #GermogliDiPrimavera organizzato per far conoscere l’asparago di Cimadolmo IGP. Adoro quando ho la possibilità di raccontare la mia terra.

Intanto dov’è Cimadolmo? Boooh! Cioè spesso neanche tanti trevigiani sanno che è un paesino della loro provincia che sorge lungo il fiume Piave in una zona completamente pianeggiante.

Che dite partiamo con il racconto di questa esperienza? Iniziamo alla mattina, per la precisione alle 9, in un paesino completamente deserto vicino a un cippo che segna il KM 0 della Strada dell’Asparago Bianco; da qui, dopo alcune frasi di benvenuto al gruppo, ci spostiamo subito in auto verso la campagna.

Strada asparago cimadolmo IGP

asparago

Scendiamo nei campi della società agricola La Negrisia, la più grande di Cimadolmo in fatto di ettari coltivati ad asparago.

Dalla proprietaria, la signora Daniela, ci viene spiegato che esistono 3 tipi di asparagi:

  • L’asparago bianco, che germogliando interamente sotto terra (e quindi in assenza di luce) ha un sapore delicato.
  • L’asparago violetto, dal sapore molto fruttato, è in realtà un asparago bianco che riesce a fuoriuscire dal suo sito e, vedendo la luce, acquista un colore lilla abbastanza uniforme. Ha un leggero gusto amaro.
  • L’asparago verde che germoglia alla luce del sole come quello violetto, ha però un sapore marcato e il suo germoglio possiede un gusto dolciastro. È il solo asparago che non ha bisogno di essere pelato.

L’asparago di Cimadolmo è bianco, sono circa 100 gli ettari complessivi coltivati con questa pianta.

Il lavoro, dalla raccolta al prodotto finito, è quasi prevalentemente manuale. Gli agricoltori sono già schierati quasi all’alba pronti per raccogliere i delicati germogli (i turioni), il motivo è semplice: non devono prendere la luce perchè la qualità ne risentirebbe! Mi ha fatto molto piacere vedere in questa ditta degli immigrati lavorare, è importante l’integrazione anche nella cultura del posto.

campi asparagi

I campi di asparago ordinatamente coperti

 

Un post condiviso da Federico Graziati (@federicograziati) in data:

asparago

La raccolta

 

Un post condiviso da Federico Graziati (@federicograziati) in data:

Entro poche ore poi gli asparagi devono arrivare in azienda perchè vengano prima puliti, tagliati (per essere IGP devono avere tutti la stessa dimensione di 22cm), selezionati per avere determinate caratteristiche (nessun a lavorazione, no lunga conservazione, punta chiusa) e poi impacchettati. Il tutto anche questo a mano!

Il vero asparago di Cimadolmo IGP deve avere questa etichetta!

Taglio dei mazzi

Salutiamo e ringraziamo Daniela e ci dirigiamo verso la casa della nostra guida che scopriamo essere un grande appassionato della Grande Guerra. Si proprio la Grande Guerra è uno dei simboli di questa zona, dove le sorti dell’Italia si capovolsero a suo favore dopo la disfatta di Caporetto.

remington pistola iww giornale piave

Lungo tutto lo scorrere del fiume Piave si possono trovare ancora resti di queste battaglie tra trincee perse nella boscaglia a cimeli in giro per case e locali. Ovviamente i monumenti sono sparsi ovunque dall’altipiano di Asiago, dove la battaglia fu la più cruenta di tutte, alla foce del fiume a Cortellazzo. Nel mio Veneto ci sono 4 monumenti alla memoria che sono sicuramente da ricordare: Asiago, Nervesa della Battaglia, Monte Grappa e Fagarè. Proprio quest’ultimo avrei dovuto visitare (è l’unico che mi manca!!!), peccato che era chiuso. Trovo la cosa davvero irritante chiudere un monumento così importante il 1 maggio, giorno di festa, quindi giornata perfetta per gite fuoriporta.

Un post condiviso da Federico Graziati (@federicograziati) in data:

Successivamente siamo andati nei pressi dei resti del Molino della Sega. Questo posto viene ricordato perchè fu la zona di battesimo del fuoco per i ragazzi del 1899. Questi furono chiamati alle armi per un Regio Decreto all’età di 18 anni e dopo poche settimane di addestramento mandati al macello contro l’esperto esercito asburgico.

I resti del Molino della Sega

Trincee nella destra Piave verso l’Isola di Papadopoli

La mattinata si è poi conclusa con una visita al cimitero inglese di Tezze. Il contrasto tra i variopinti e confusionari campisanti italiani e l’ordine e la rigorosità di quelli inglesi è davvero incredibile: io sinceramente preferisco i secondi, lapidi bianche tutte uguali, in fila, tenute perfettamente come a dire che davanti a Dio siamo solo uomini e non ci sono distinzioni.

Beh parliamo di asparagi e secondo voi non ne ho mangiato nemmeno uno? Sono andato alla 42° Festa dell’Asparago Bianco di Cimadolmo IGP e ho gustato un po’ di cicchetti. Ho scelto di fare così per poter provare più cose possibili invece del tradizionale pasticcio o risotto.

Giusto per farvi venire fame: mozzarella in carrozza agli asparagi, millefoglie di bue con asparagi e mele verdi, crostino con asparagi crudi, crostino con salsa all’uovo e asparagi e la caciotta di capra con agli asparagi marinati.

 

Un post condiviso da Programma Tv (@cronachetrevigiane) in data:

Dopo pranzo, per smaltire, abbiamo rotolato fino a Borgo Malanotte. Questo è un piccolo agglomerato di case appartenenti alla rete Borghi Europei del Gusto. All’improvviso tra il verde degli alberi, appare dietro un marmoreo cippo d’epoca romana il borgo e attraversato un ponticello in legno sembra di tornare indietro di almeno 50 anni. Qui il tempo si è come fermato. Sembra quasi di camminare per l’isola di Burano e la strada è uno dei canali dell’isola. C’è un capitello, la stazione dei cavalli, gli affreschi, i portici, le stalle, la locanda ancora funzionante… tutto ha un suo fascino. Ci accoglie inoltre la signora Clara che dall’uscio della sua porta, inizialmente un po’ intimorita, condivide alcune storie della sua vita passata da oltre 50 anni in quel posto. Pensate arrivò in bicicletta per lavorarci e vi rimase per amore!

Un post condiviso da Federico Graziati (@federicograziati) in data:

Durante la II guerra mondiale questo borgo fu requisito dalle forze austriache e fu una delle poche aree che fece resistenza all’esercito alleato dopo l’attraversamento del Piave. Pensate che un contadino ora ha un bunker sotto il suo giardino e lo ha trasformato in cantina per i suoi vini e salumi.

Una cosa da segnalare è sicuramente quella che questo borgo da il nome a un famoso vino Raboso, il “Malanotte del Piave DOCG” con il suo colore rosso scuro e il sapore forte, da contemplazione.

Assaggiamo, per finire bene la giornata, questo vino con alcuni prodotti tipici del territorio, l’asparago su tutti, all’osteria Al Cortivo inserita nel borgo con un’ottima opera di restauro.

Aprile e maggio sono gli unici mesi in cui si può trovare l’asparago di Cimadolmo IGP. Come ho detto all’inizio deve essere consumato poco tempo dopo la raccolta quindi venite a farvi un giro nella provincia di Treviso per scoprire questi magici posti accompagnati da un bicchiere di vino e un piatto a base di questo favoloso germoglio.

Per maggiori info visitate il sito di Germogli di Primavera.

TAGS

LEAVE A COMMENT

FEDERICO GRAZIATI
Treviso - ITALY

Sono un Lifestyle & Travel blogger con la passione della fotografia e del raccontare cosa i miei occhi vivo. Le cose che amo di più sono i fari e le montagne. Il mio modo di viaggiare preferito? Il Road Trip. Un stile di viaggio che mi dà quel senso di libertà che io cerco in ogni attimo della mia vita. Non aspettatevi il classico blog di viaggi, io vi racconterò ogni singolo momento di ogni mio viaggio.

Instagram
  • ~ St. Ives ~

ITA 🇮🇹 Saint Ives è una delle località più famose della Cornovaglia, in estate sempre brulicante di turisti e da decenni, punto d'ispirazione di numerosi artisti che qui hanno creato le loro opere d'arte.
Io mi ricorderò di questo posto perché mentre fotografavo un buonissimo Cornish Pasty (la mia cena) un dolcissimo gabbiano me lo ha addentato (o abbeccato?!) al volo.
Il centro comunque è un susseguirsi di negozi eleganti, gallerie d'arte e attraenti locali, pub, chiesette e balconi fioriti lungo le strette e pendenti strade acciottolate che si diramano nel centro storico.
Il porticciolo è un luogo molto pittoresco sul quale si affacciano i tipici cottage dei pescatori e dove le barche restano completamente in secca durante la bassa marea.
~
ENG 🇬🇧 Saint Ives is one of the most famous places in Cornwall, in the summer always teeming with tourists and for decades, a point of inspiration for many artists who have created their works of art here.
I will remember this place because while I was photographing a very good Cornish Pasty (my dinner) a very sweet seagull bitten it (or barked it!) on the fly.
The center, however, is a succession of elegant shops, art galleries and attractive clubs, pubs, small churches and flower-filled balconies along the narrow, sloping cobbled streets that branch out into the historic center.
The marina is a very picturesque place overlooked by the typical fishermen's cottages and where the boats remain completely dry at low tide.

#fromGrazEyes
  • ~ rural decay ~

ITA 🇮🇹 La passione, la conoscenza del territorio, l'intelligenza e la lungimiranza possono far realizzare progetti importanti ma la cosa più importante per chi vive in montagna è il coraggio di restare.
~
ENG 🇬🇧 Passion, knowledge of the territory, intelligence and vision can make important projects happen, but the most important thing for those who live in the mountains is the courage to stay.

#fromGrazEyes
  • ~ dream land ~

ITA 🇮🇹 Nel parco Nazionale dei Monti Sibillini si erge sopra al più grande altopiano d'Europa a 1.452 metri d'altezza Castelluccio di Norcia.
Questa zona, oltre a essere piena di turisti italiani mordi e fuggi, incontra l'approvazione di stranieri, soprattutto inglesi e statunitensi, e appassionati di cicloturismo.
Tra pochissime settimane inzia la fioritura di Castelluccio dove gli immensi prati dell'altopiano diventano di mille colori. Uno spettacolo che ogni italiano deve vedere una volta nella vita.
~
ENG 🇬🇧 In the Monti Sibillini National Park, Castelluccio di Norcia rises above the largest mountain plateau in Europe at 1,452 meters above sea level.
This area, in addition to being full of Italian daily tourists, meets the approval of foreigners, especially British and Americans, and cycling enthusiasts.
In just a few weeks the bloom of Castelluccio begins, where the immense meadows of the plateau become a thousand colors.  A show that every Italian must see once in a lifetime.

#fromGrazEyes .
.
.
.
.
.
.
.
.
.
#castelluccio #castellucciodinorcia #norcia #perugia #igersperugia #umbria #igersumbria #sibillini #igersitalia #yallersitalia #ig_italia #livefolk #whatitalyis #passionpassport #lonelyplanet #beautifuldestinations #neverstopexploring #finditliveit #welltravelled #mytinyatlas #wonderful_places #igmasters #mashpics #awesomepix #awesomeearth #italian_places #moodygrams #agamesoftones #createcommune
  • ~ sunset on Civetta ~

ITA 🇮🇹 Alleghe in passato non era così, infatti nel 1771 una frana staccatasi dal monte Piz seppellì i tre villaggi di Riete, Fusine e Marin e si venne a formare l'attuale lago.
Oggi è il simbolo di questa vallata che ne ha fatto d'estate un'enorme attrazione turistica.
D'inverno invece il lago si ghiaccia ma essendo l'altitudine non elevata non è consigliabile camminarci.
~
ENG 🇬🇧 Alleghe in the past was not so, in fact in 1771 a landslide detached from Mount Piz buried the three villages of Riete, Fusine and Marin and came to form the current lake.
Today it is the symbol of this valley which has made it an enormous tourist attraction during the summer.
In winter the lake freezes but it is not advisable to walk because  the altitude is not high.

#fromGrazEyes
  • ~ when the sun goes down ~

ITA 🇮🇹 Sapete che una delle spiagge più belle d'Italia si trova tra le montagne del Trentino?! È quella del lago di Molveno.
12 ettari per distendersi a prendere il sole in 3 diversi tipi di terreno: giardino all'inglese, ciottoli oppure roccia pura.
Il vantaggio rispetto alle spiagge del mare? Aria pura, temperatura accettabile, mille attività e poca ressa. Siete ancora a fare coda per il mare per caso?
~
ENG 🇬🇧 Do you know one of the most beautiful beaches in Italy is located in the mountains of Trentino ?! It is the beach of Lake Molveno.
12 hectares to stretch out to sunbathe in 3 different types of ground: English garden, pebbles or pure rock.
The advantages over the sea beaches? Pure air, acceptable temperature, a thousand activities and little crushing. Are you still queuing for the sea?

#fromGrazEyes
  • ~ roar ~

ITA 🇮🇹 Sapete come costruirono questo faro nel XIX secolo?
Le difficoltà furono notevoli, i blocchi di pietra che costituivano il basamento dovettero essere tagliati sulla terraferma e sagomati in modo da combaciare uno con l'altro, poi caricati su imbarcazioni il cui piano di carico era fornito di rulli per facilitarne lo scorrimento, quindi trasportate fino allo scoglio e posizionati mediante una gru: i lavori si protrassero per cinque anni, a causa soprattutto dell'alta marea che consentiva di lavorare per poche ore al giorno.
La torre in granito grigio fu ultimata nel 1875, con i suoi 35 metri di altezza, il segnale era visibile anche in presenza di onde molto alte.
~
ENG 🇬🇧 Do you know how they built this lighthouse in the 19th century?
The difficulties were considerable, the blocks of stone that made up the base had to be cut on land and shaped so as to fit together, then loaded onto boats whose loading surface was equipped with rollers to facilitate sliding, then transported  up to the rock and positioned by means of a crane: the works lasted for five years, mainly due to the high tide which allowed them to work for a few hours a day.
The gray granite tower was completed in 1875, with its 35 meters high, the signal was visible even in the presence of very high waves.

#fromGrazEyes
  • ~ time to think ~

ITA 🇮🇹 La nebbia si dirada, i raggi di sole piano raggiungono ogni angolo di paesaggio. Attorno il silenzio e le Dolomiti. Il mio paradiso.
~
ENG 🇬🇧 The fog disappears, the sun rays reach every corner of the landscape. Around me the silence and the Dolomites. My paradise.

#fromGrazEyes
  • ~ monolith ~

ITA 🇮🇹 Cosa suscitano in voi i fari?
A me pace, un riferimento, una casa. Insomma sicurezza.
È la stessa sensazione di quando sono nelle Dolomiti dove riesco a orientarmi riconoscendo le cime.
Sarà forse per questo che li adoro?
~
ENG 🇬🇧 What do lighthouses stir up in you?
To me peace, a reference, a home. In short, safety.
It's the same feeling as when I'm on the Dolomites where I can orient myself by recognizing the peaks.
Maybe that's why I love them?

#fromGrazEyes

Seguimi!