Tenuta Fertuna – il vino della Maremma

Food Travel
on
06/08/2018

Nel mezzo delle colline della Maremma Toscana c’è un fascio di terra con dolci vallate che confina con il Lazio dove la natura selvaggia, il mar Tirreno e i vitigni vanno a braccetto. Qui sorge Tenuta Fertuna.

Mappa maremma
La Maremma Toscana

Sono stato invitato dal Gruppo Meregalli in questa azienda agricola nata recentemente (1997). I suoi vini sono stati piantati in una zona che era stata dedicata all’agricoltura solo nel periodo etrusco quindi si può dire che per l’azienda questa è una grande sfida.
La zona si trova in un vero e proprio anfiteatro dove sulle colline ci sono le vigne e gli uliveti e al centro, nel fondovalle, la cantina.
La tenuta si trova, con i suoi 150 ettari tra Gavorrano e Castiglione della Pescaia nella zona DOC della Maremma Toscana (Grosseto).
La cosa più affascinante è sicuramente la grande villa maremmana che si nota fin da subito dalla strada provinciale. Al suo interno, per il pubblico un’enoteca, con la possibilità di fare delle degustazioni e il ristorante Amorvino

Tenuta Fertuna - Drone view
Tenuta Fertuna – Drone view
Tenuta Fertuna - Drone view
Tenuta Fertuna – Drone view

Per chi volesse passare una vacanza rilassante in questa zona sicuramente il mio consiglio è andare sulla costa tirrena. Tra le lunghe e sottili spiagge vicino Punto Ala e le piccole baie rocciose e non sempre facili da raggiungere dell’Argentario.
Nell’Argentario fidatevi del vostro istinto, trovate un piccolo spiazzo per la vostra auto (c’è solo una strada che circumnaviga la penisola) e scendete lungo uno dei tanti sentieri che scendono fino al mare.
Consiglio di vedere il paese Porto Ercole con il suo porto medioevale, circondato da alte mura e sorvegliato dall’alto da alcuni fortini, e Orbetello con il suo caratteristico mulino a vento in mezzo alla laguna.

Argentario - Porto Santo Stefano con il Rosè di Tenuta Fertuna
Argentario – Porto Santo Stefano con il Rosè di Tenuta Fertuna
Dall'Argentario con vista sull'Isola del Giglio
Dall’Argentario con vista sull’Isola del Giglio
Tenuta Fertuna Vermouth - uve toscane lavorate in Piemonte
Tenuta Fertuna Vermouth – uve toscane lavorate in Piemonte
Porto Ercole - Argentario
Porto Ercole – Argentario
Orbetello - Mulino a vento - argentario
Orbetello – Mulino a vento

Per chi invece volesse qualcosa di diverso, magari per la stagione primaverile o autunnale, consiglio un tour tra le cantine (ovviamente Tenuta Fertuna è d’obbligo), le aziende agricole e gli incantevoli borghi medioevali in cui perdersi.

Montepescali - La terrazza della Maremma
Montepescali – La terrazza della Maremma
La chiesetta di San Nicolò - Montepescali
La chiesetta di San Nicolò – Montepescali
Un bicchiere di Messio con vista sulla Maremma
Un bicchiere di Messio con vista sulla Maremma

Per entrambe le vacanze la sera una cena al ristorante Amorvino è d’obbligo.
La sua atmosfera è molto curata come anche i piatti a livello estetico, alcuni di ottimo livello e altri meno.
Da sottolineare purtroppo che non tutti  i piatti sono della tradizione e che lo staff non è stato molto veloce nel servici (al contrario per il dolce dopo oltre 30min abbiamo dovuto chiedere noi il menù relativo scritto in un vassoio d’argento con un pennarello, bella idea!).
Premo dire che questo locale è dentro la tenuta ma è dato in gestione a terzi.
La selezione dei vini qui è ottima e di ogni luogo… ma visto dove si è perché non bere quelli di Tenuta Fertuna?!

Amorvino - Pici cacio e pepe, salvia e guanciola
Amorvino – Pici cacio e pepe, salvia e guanciola

Le uve prevalentemente utilizzate nella Maremma sono di Sangiovese.
Come aperitivo, magari di pesce mentre si guarda il tramonto, consiglio il Rosè. Un vino delicato e fruttato.
Se si continua a mangiare pesce si può scegliere tra il Vermentino (il mio vino preferito della Tenuta); un vino molto fruttato, minerale e asciutto o il Droppello con uve vinificate in bianco, adatto alla cucina di tutti i giorni.
Se invece si preferisce passare ai rossi si può scegliere tra:
– Plato, il più economico dell’azienda è un I.G.T. Toscana Rosso. Vino molto corposo e aggressivo sul palato. Da abbinare a pasta e salumi.
– Pactio, sempre un I.G.T. Toscana Rosso. Appena lo si beve molto deciso e vinoso e alla fine lascia una nota acida.
– Lodai, vitigno Cabernet Sauvignon, un D.O.C. Maremma Toscana corposo e persistente che si abbina con piatti di carne che solitamente si mangiano d’inverno.
– Messiio, vitigno Merlot, considerato il top di gamma della Tenuta è un D.O.C. Maremma Toscana adatto per carni rosse alla brace e formaggi molto stagionati. Degustandolo da solo si sentono sentori di cioccolato e tabacco.


– Pactio, il più economico dell’azienda che è un I.G.T. Toscana Rosso. Appena lo si beve molto deciso e vinoso e alla fine lascia una nota acida.
– Lodai, vitigno Cabernet Sauvignon, un D.O.C. Maremma Toscana corposo e persistente che si abbina con piatti di carne che solitamente si mangiano d’inverno.
– Messiio, vitigno Merlot, considerato il top di gamma della Tenuta è un D.O.C. Maremma Toscana adatto per carni rosse alla brace e formaggi molto stagionati. Degustandolo da solo si sentono sentori di cioccolato e tabacco.

Tenuta Fertuna - Rosè - Droppello - Vermentino
Rosè – Droppello – Vermentino
Tenuta Fertuna - Plato - Pactio - Lodai - Messio
Plato – Pactio – Lodai – Messio

Tenuta Fertuna è una bella e giovane realtà della Maremma Toscana, un luogo perfetto per chi vuole rilassarsi, soprattutto fuori stagione estiva dove anche se ci si avvicina alla costa non si trova nessuno.
Ora vi lascio che devo preparare la valigia per il mio prossimo viaggio.
Vi ricordo di seguirmi sul mio profilo Instagram qui.

Tenuta Fertuna
TAGS

LEAVE A COMMENT

FEDERICO GRAZIATI
Treviso - ITALY

Nel mio passaporto c'è scritto Federico Graziati ma puoi chiamarmi Fede o Graz. Lavoro nel mondo della comunicazione e sono per passione fotografo e instagramer. Uso questo questo spazio per raccontare quello che vedo attraverso i miei occhi. Le foto dei posti e delle cose che ho l'opportunità di visitare penso siano il miglior strumento che io possa usare per condividere le mie esperienze con voi. Seguimi per trovare la vera essenza della scoperta!

Instagram
  • ~ last stage ~

ITA 🇮🇹 L'ultima tappa del mio viaggio è Parigi che mi ha accolto con 32°, ben 14 in più della Bretagna.
Ci aspettano altri giorni intensi, il fisico inizia a lamentarsi.
~
ENG 🇬🇧 The last stage of my trip is Paris, which welcomed me with 32°, 14 more than Brittany.
Other intense days await us, the body begins to complain.

#fromGrazEyes
  • ~ château ~

ITA 🇮🇹 visitando i Castelli della Loira sicuramente mi rimarrà impresso il tramonto a Chambord.
Pensate che c'è molta Italia in questo edificio.
Prima di tutto l'architetto principale è Leonardo da Vinci.
Il secondo piano ha il soffitto con decorati i simboli reali di Francesco I, la F coronata e la salamandra, e dal simbolo di sua madre, Luisa di Savoia, una fune annodata a formare il nodo della casata.
Dal 1883 al 1930 Chambord appartenne alla famiglia ducale di Parma.
Pensate se tale spettacolo fosse in Italia?
~
ENG 🇬🇧 Visiting the Castles of the Loire certainly I'll remember the sunset in Chambord.
There is a lot of Italy in this building.
First of all the main architect is Leonardo da Vinci.
The second floor has the ceiling decorated with the royal symbols of Francis I, the crowned F and the salamander, and the symbol of his mother, Luisa di Savoia, a rope knotted to form the knot of the family.
Last but not least from 1883 to 1930 the owner of Chambord  were the ducal family of Parma.
Do you think if this place was in Italy?

#fromGrazEyes #experiencechambord #chateaudechambord
  • ~ Loira ~

ITA 🇮🇹 Oggi ho lasciato definitivamente la Bretagna. Dopo oltre 3h di auto sono giunto tra i Castelli della Loira.
La prima meta è stata lo Château de Brissac, il castello più alto di Francia.
Si narra che un fantasma dall'aspetto di una dama bianca si aggiri per le stanze durante le notti tempestose.
~
ENG 🇬🇧 Today I have definitively left Brittany. After more than 3h of the car I came to the Loire castles. The first destination was Château de Brissac, the highest castle of France.
There is a legend who tells that there is a white lady ghost that walks on the rooms during the stormy nights.

Foto scattata con #GalaxyS9

#ad per @samsungitalia

#SamsungItalia #Samsung #GalaxyS9Stories #dowhatyoucant #unboxyourphone #withgalaxy

#fromGrazEyes
  • ~ ITA 🇮🇹 La Vieille ("The old woman" o "The Wrass") è un faro del Finistère (Bretagna).
Si trova sulla roccia conosciuta come Gorlebella (bretone per "la roccia più lontana"), che guida i marinai nello stretto Raz de Sein.
La classe di questo faro è "hell" ossia che ha una posizione remota in mari agitati.
Pensate che fino al 1995  non era automatizzato quindi c'erano dei guardiani del faro. Purtroppo nella sua storia ultra centenaria molti hanno poi sofferto di nevrastenia.
~
ENG 🇬🇧 La Vieille ("The old woman" or "The Wrass") is a lighthouse of Finistère (Bretagne).
It is located on the rock known as Gorlebella (Breton for "the farthest rock"), which guides the sailors in the narrow Raz de Sein.
The class of this lighthouse is "hell" because it has a remote position in rough seas.
Until 1995 it was not automated so there were some lighthouse keepers. Unfortunately, in its ultra centenarian history many have suffered from neurasthenia.

#fromGrazEyes
  • ~ waiting in vain ~

ITA 🇮🇹 ieri ho atteso per molto tempo il tramonto da come avete potuto notare dalla diretta.
Purtroppo ha piovuto per tutto il tempo e solo dopo, poco prima della notte le nuvole si sono tinte per un attimo di viola.
Ho provato poi a scattare di notte ma purtroppo ha ripreso a piovere.
~
ENG 🇬🇧 yesterday I waited for a long time for the sunset as you could see from the live.
Unfortunately it rained all the time and only later, just before the night, the clouds dyed purple for a moment.
I then tried to shoot at night but unfortunately it started to rain again.

#fromGrazEyes
  • ~ tallest ~

ITA 🇮🇹 Vierge è una piccola isola che si trova lungo la costa Nord Occidentale della Francia, in quella Regione, Finistère (Finis Terrae, la fine del mondo) tristemente nota ai naviganti per le sue coste frastagliate e pericolose.
Il faro è una torre cilindrica in granito scuro di Kersanton, con una base di 13,20 metri e alta 82 metri, il faro più alto faro d’Europa, superando anche la Lanterna di Genova (77m).
Per salire in cima al faro si devono salire 365 gradini, più altri 35 per raggiungere la lanterna, per un totale di 400 scalini.
Una cosa che lascia senza fiato, tutta la parete che circonda la lunga scala a chiocciola, fino al soffitto, è ricoperta da 12.500 piastrelle di opalina azzurra di origine italiana, che dà a tutto l’insieme l’aspetto di un acquario.
~
ENG 🇬🇧 Vierge is a small island located along the northwestern coast of France, in that region, Finistère (Finis Terrae, the end of the world) sadly known to sailors for its jagged and dangerous coastlines.
The lighthouse is a cylindrical tower in dark granite of Kersanton, with a base of 13.20 meters and 82 meters high, the tallest lighthouse in Europe, also passing the Lanterna of Genova (77m).
To go the top of the lighthouse you have to climb 365 steps, plus another 35 to reach the lantern, for a total of 400 steps.
One thing that leaves you breathless, the whole wall that surrounds the long spiral staircase, up to the ceiling, is covered with 12,500 blue opaline tiles of Italian origin, which gives the whole appearance of an aquarium.

#fromGrazEyes
  • ~ timeless ~

ITA 🇮🇹 Stamattina ho lasciato la Normandia per fare rotta verso la Bretagna.
Nuove scoperte mi attendono.
Intanto oggi ho visitato Saint Malo che mi ha colpito moltoa ancora di più Fort-la-Latte che si erge solitario su una scioglierà alta 76 metri.
~
ENG 🇬🇧 This morning I left Normandy to head for Brittany.
New discoveries await me.
Meanwhile, today I visited Saint Malo, which struck me even more so Fort-la-Latte standing alone on a 76-meter-high melt.

#fromGrazEyes
  • ~ le Mont Saint-Michel ~

ITA 🇮🇹 Finalmente dopo anni ho visitato Mont Saint-Micheal.
L'avvicinamento è sicuramente l'esperienza più emozionante. Si può fare attraverso i campi che spesso vengono sommersi dalla marea oppure dalla comodamente strada di 2.7 km che lo unisce alla terraferma.
All'interno un posto terribilmente commerciale, io l'ho paragonato a una Venezia in salita.
Ho provato a fare uno scatto diverso da quelli che si notano solitamente. Spero di esserci riuscito.
~
ENG 🇬🇧 Finally, after years, I visited Mont Saint-Michael.
The approach is certainly the most exciting experience. You can do it through the fields that are often submerged by the tide or from the comfortable 2.7 km road that joins it to the mainland.
Inside a terribly commercial place, I have compared it to an uphill Venice.
I tried to make a shot different from those that are usually noticed. I hope I succeeded.

#fromGrazEyes

Seguimi!