Ponte di Legno: vivere lo sci alla bresciana

Travel
on
27/12/2018

Ponte di Legno, per gli appassionati di sci praticamente un mito. Pensate che qui fu fondato il primo sci club italiano (e secondo del mondo) nel 1911 e, l’anno successivo, il Touring Club Italiano la definì come “prima stazione italiana di turismo e sports invernali“.

ponte di legno vista drone
Ponte di Legno e il gruppo del Castellaccio

Ho potuto scoprire, grazie all’ente del Turismo della provincia di Brescia, questo paese alpino situato in Lombardia.

La mia missione qui era scoprire e raccontare la vita del classico sciatore.

Il problema è che il classico sciatore ha diverse sfaccettature… beh dividiamolo in 2 grandi macro categorie: giovane e con famiglia.

Il primo è meglio che scelga un hotel al Passo del Tonale dove c’è più vita notturna e Apres Ski, il secondo invece cerca più comodità e servizi quindi è meglio prenoti direttamente a Ponte di Legno.

Cosa cambia oltre a questo? Principalmente nulla. Il comprensorio sciistico si estende da Temù fino al Ghiacciaio del Presena (oltre 3.000m) passando per il Tonale.

100km di piste dichiarate con 100% di innevamento programmato. Quelle sul ghiacciaio aperte da novembre a maggio mentre le altre come tutte le stazioni sciistiche dell’arco alpino (indicativamente dicembre/aprile). In pratica il 3° comprensorio sciistico della Lombardia come estensione, ma con 2 pro belli grandi: gli impianti, per la maggior parte, hanno pochi anni di vita e c’è una delle piste più lunghe d’Italia (la mitica Paradiso con oltre 1.000 metri di dislivello).

,Per gli snowboarder sul Tonale c’è uno snowpark dedicato a loro e per chi invece proprio non riesce a stare lontano dalle piste, 4 sere a settimana (a Ponte di Legno e sul Tonale) 2 piste con illuminazione notturna.

passo del tonale dall'alto
Il Passo del Tonale
ghiacciaio presena cabinovia
Arrivo prima cabinovia del ghiacciaio Presena
ghiacciaio presena 3000 metri
Verso i 3.069 metri
piste da sci ponte di legno drone
Piste di Ponte di Legno in preparazione

Se qualcuno ama il freeride poi, quando è inverno inoltrato, arrivare già in cima con un impianto e avere la possibilità di scendere su un terreno immacolato è pura libidine e grazie al Ghiacciaio del Presena è possibile.

ghiacciaio presena
Pendi vergini che aspettano solo i freeriders

Convinti? Beh ora lo farò ancora di più perché rispetto ai comprensori trentini lo skipass giornalieri per un adulto è molto più basso: 44 euro!

Dove mangiare a Ponte di Legno

Pranzo

Beh durante il giorno lo sciatore è sulle piste quindi sicuramente i primi due posti non possono che essere due locali raggiungibili con gli sci ai piedi per gustarsi un pranzo come si deve.

Il primo è “La Baracca“, situato proprio sul passo del Tonale. Perfetto quindi per le famiglie perché raggiungibile anche da persone senza sci e a pochissimi metri dagli impianti. L’edificio è modernissimo, interamente realizzato in vetro, legno e acciaio.

Appena entrati al piano terra c’è un il classico bar dove vengono serviti panini e snack mentre salendo al piano superiore si apre una unica grande sala illuminata dalla luce naturale che filtra dalle vetrate a 270°. Bancone e tavoli in legno chiaro con linee semplici che rendono l’atmosfera ricercata.

Il menù? Beh qui si trova un po’ di tutto ma ovviamente scegliendo i piatti della tradizione alpina un po’ lombarda e un po’ trentina non si può sbagliare. Magari il tutto accompagnato da un vino rosso della zona.

passo tonale la baracca
Il ristorante de La Baracca
passo tonale la baracca mangiare
Dai casoncelli passando per il formaggio di malga alla piastra fino ai dolci

Il secondo posto invece è più chic. Stavolta ci spostiamo a Capanna Presena sull’omonimo ghiacciaio a 2.753 metri, raggiungibile con 2 comode ovovie.

Varcata l’entrata, ci si trova in uno spazio ampio e moderno che però, grazie alla sua essenzialità e alle sue vetrate, ti fa sembrare di essere ancora fuori tra le vette innevate. C’è una parte adibita a bar, una a self-service e una più defilata da ristorante a la carte.

L’accoglienza di una baita e l’eleganza di un ristorante fanno di questo rifugio un posto per amanti del buon cibo e dello sci… però non è finita qui! Oltre a 8 piccole suite, questo rifugio ha anche un modernissimo centro benessere. Area relax, sauna finlandese, sauna curativa agli infrarossi ma soprattutto una piscina con idromassaggio con vista sulle cime che si stagliano a oltre 3.000 m. Un’atmosfera incredibilmente romantica e rilassante.

passo del tonale capanna presena menu
La tradizione prima di tutto a Capanna Presena
passo del tonale capanna presena spa sauna terme
Sauna
passo del tonale capanna presena spa sauna terme
Piscina panoramica con idromassaggio

Cena

A fine giornata, lo sciatore stanco e provato, desidera solamente un luogo accogliente e con una cucina tipica di livello. A Ponte di Legno ci sono diverse possibilità che faranno felici anche i palati più fini.

Il primo è il ristorante Kro a Temù (5 min. di auto da PdL) che con la sua calda atmosfera vi rapirà subito. Kro vuol dire “Stazione di Posta”, un luogo dove i viandanti fino da Medioevo si rifocillavano e trovavano riparo. All’interno i locali in legno e pietra ti fanno subito sentire al sicuro dal freddo esterno e le piccole stanzine danno quel tocco di privacy che non guasta. Questo locale è presente anche nella guida Michelin 2019 quindi rimarrete davvero soddisfatti.

ristorante kro temù mangiare michelin
Ristorante KRO (Temù)
Casoncelli lavorati a mano su fonduta di Filter

Cervo cotto a bassa temperatura con castagne, finferli e polenta

Frolla di mascobado, mela e gelato alla cannella

Siete in centro a Ponte di Legno e non volete muovere la macchina? Beh allora il ristorante El Volt fa al caso vostro. Appena entrato mi sono trovato in tanti piccole stanze di una casa storica sapientemente ristrutturato in chiave mountain chic, mi dava quella sensazione di casa. Anche qui prodotti tipici ma, da sottolineare, c’è la grande selezioni di vini che la cantina offre. Unico neo: i locali del ristorante sono davvero angusti.

risotrante el volt ponte di legno mangiare
El Volt, consigliato se non siete in tanti

Se volete più sostanza invece il Ristorante San Marco a Ponte di Legno fa per voi. Ambiente più semplice e modesto ma la cucina dello chef Marco Bezzi non la dimenticherete. Tutti prodotti sono dell’Alta Val Camonica cucinati alla vecchia maniera, un tripudio di sapori incredibili. Se siete fortunati lo chef verrà direttamente al vostro tavolo a intrattenervi e fidati che è un’esperienza davvero esilarante.

ristorante san marco ponte di legno mangiare
Semplicità e tradizione al ristorante San Marco

Ultimo ma sicuramente non meno importante è Il Faita, situato su di un prato poco prima del passo del Tonale. Attenzione questo è aperto solo sabato sera mentre durante la settimana solo su prenotazione per gruppi di almeno 20 persone. D’inverno si raggiunge la baita con la motoslitta, anche solo per questo secondo me è da provare! Ovviamente in questa baita si gustano tutte le pietanze tipiche montane della Val Camonica e del Trentino. Da leccarsi i baffi!

ristorante rifugio baita il faita ponte di legno passo del tonale
Il Faita, immerso nel silenzio

Attività extra sciistiche

Fuori è brutto tempo? Avete qualche amico che non scia e se gli provate a mettere ai piedi uno scarpone si mette a gridare come un bambino di 2 anni? Ponte di Legno offre tantissime altre attività sane e attive.

La classica gita con le ciaspole non può mancare, calpestare il manto nevoso immacolato godendosi un panorama fantastico è sempre un’esperienza magica. Se volete qualcosa di più dinamico ci sono diversi tracciati per le fat bike che potete noleggiare in loco.

Se siete amanti dell’adrenalina al Passo del Tonale c’è un circuito per motoslitte, uno di go kart e uno di guida sicura su neve. Che dire una figata pazzesca!

Se volete un po’ più di natura potete fare Sleddog, le slitte trainate dai cani sono sempre affascinanti e altrettanto adrenaliniche

Infine a Temù, Ponte di Legno e sul passo del Tonale ci sono delle piste di pattinaggio… magari un giretto sulle lamine prima di cena non è una brutta idea no?

Novità per la stagione invernale e non solo

Grandi novità per Ponte di Legno sin da questa nuova stagione sciistica.

La prima è l’ICE MUSIC FESTIVAL: a 2.600m di quota, facilmente raggiungibile con la cabinovia del Presena, è stato costruito un anfiteatro coperto scavato nel ghiaccio. Qui, da Capodanno fino a fine marzo, si seguiranno decine di concerti con artisti di fama internazionale. La cosa particolare è che tutti gli strumenti saranno creati in ghiaccio dalle sapienti mani dell’artista americano Tim Linhart. Avete capito bene! Un’esperienza unica che consiglio di provare perché non vi capiterà da nessun’altra parte…

ice music festival ponte di legno passo del tonale ghiacciaio presena
Musica ad alta quota con strumenti in ghiaccio. Pura magia!

La seconda novità invece è prevista per il 2021 perché proprio per quella data Ponte di Legno avrà le sue nuove terme. Un complesso enorme, elegante e moderno che aumenterà ancora di più l’offerta turistica del paese.

Per finire il 28 maggio 2019 Ponte di Legno sarà arrivo della tappa più difficile del Giro d’Italia con salite leggendarie come il Gavia e il Mortirolo.

Come arrivare a Ponte di Legno

Il paese è situato al termine della Val Camonica. Proprio da qui si può andare verso la Val di Sole attraverso il famoso passo del Tonale oppure percorrendo il passo Gavia arrivare in provincia di Sondrio.
Come avete capito poco sopra ci troviamo nell’estremo nord della provincia di Brescia. Per chi viene dal Triveneto consiglio di arrivare fino poco dopo Trento e poi seguire le indicazioni Val di Sole/Passo del Tonale mentre per il resto degli Italiani la scelta migliore è uscire dall’autostrada A4 a Brescia, proseguire per il Lago d’Iseo e poi successivamente seguire le indicazioni per Ponte di Legno.

ponte di legno passo del tonale temù vermiglio come arrivare

Ponte di Legno è un medio comprensorio sciistico, valida alternativa ai più blasonati concorrenti del Trentino Alto Adige. Ad eccezione per chi viene dal Veneto è molto più vicino rispetto a tante altre mete sciistiche. Gli impianti sono moderni rispetto alla media dell’arco alpino e il paese è in crescita finanziaria e con una buona offerta per il tempo libero.

PS: sevi piacciono le belle ragazze Paola Turani ha preso casa qui proprio quest’anno.

Una destinazione che consiglio sia per un weekend lungo o un ponte.

Vi ricordo che rimango sempre a disposizione per qualsiasi domanda e vi ricordo di seguire le mie avventure sul mio Instagram e pagina Facebook.

ponte di legno centro ponte
Il centro di Ponte di Legno
TAGS

LEAVE A COMMENT

FEDERICO GRAZIATI
Treviso - ITALY

Sono un Lifestyle & Travel blogger con la passione della fotografia e del raccontare cosa i miei occhi vivo. Le cose che amo di più sono i fari e le montagne. Il mio modo di viaggiare preferito? Il Road Trip. Un stile di viaggio che mi dà quel senso di libertà che io cerco in ogni attimo della mia vita. Non aspettatevi il classico blog di viaggi, io vi racconterò ogni singolo momento di ogni mio viaggio.

Instagram
  • ~ St. Ives ~

ITA 🇮🇹 Saint Ives è una delle località più famose della Cornovaglia, in estate sempre brulicante di turisti e da decenni, punto d'ispirazione di numerosi artisti che qui hanno creato le loro opere d'arte.
Io mi ricorderò di questo posto perché mentre fotografavo un buonissimo Cornish Pasty (la mia cena) un dolcissimo gabbiano me lo ha addentato (o abbeccato?!) al volo.
Il centro comunque è un susseguirsi di negozi eleganti, gallerie d'arte e attraenti locali, pub, chiesette e balconi fioriti lungo le strette e pendenti strade acciottolate che si diramano nel centro storico.
Il porticciolo è un luogo molto pittoresco sul quale si affacciano i tipici cottage dei pescatori e dove le barche restano completamente in secca durante la bassa marea.
~
ENG 🇬🇧 Saint Ives is one of the most famous places in Cornwall, in the summer always teeming with tourists and for decades, a point of inspiration for many artists who have created their works of art here.
I will remember this place because while I was photographing a very good Cornish Pasty (my dinner) a very sweet seagull bitten it (or barked it!) on the fly.
The center, however, is a succession of elegant shops, art galleries and attractive clubs, pubs, small churches and flower-filled balconies along the narrow, sloping cobbled streets that branch out into the historic center.
The marina is a very picturesque place overlooked by the typical fishermen's cottages and where the boats remain completely dry at low tide.

#fromGrazEyes
  • ~ rural decay ~

ITA 🇮🇹 La passione, la conoscenza del territorio, l'intelligenza e la lungimiranza possono far realizzare progetti importanti ma la cosa più importante per chi vive in montagna è il coraggio di restare.
~
ENG 🇬🇧 Passion, knowledge of the territory, intelligence and vision can make important projects happen, but the most important thing for those who live in the mountains is the courage to stay.

#fromGrazEyes
  • ~ dream land ~

ITA 🇮🇹 Nel parco Nazionale dei Monti Sibillini si erge sopra al più grande altopiano d'Europa a 1.452 metri d'altezza Castelluccio di Norcia.
Questa zona, oltre a essere piena di turisti italiani mordi e fuggi, incontra l'approvazione di stranieri, soprattutto inglesi e statunitensi, e appassionati di cicloturismo.
Tra pochissime settimane inzia la fioritura di Castelluccio dove gli immensi prati dell'altopiano diventano di mille colori. Uno spettacolo che ogni italiano deve vedere una volta nella vita.
~
ENG 🇬🇧 In the Monti Sibillini National Park, Castelluccio di Norcia rises above the largest mountain plateau in Europe at 1,452 meters above sea level.
This area, in addition to being full of Italian daily tourists, meets the approval of foreigners, especially British and Americans, and cycling enthusiasts.
In just a few weeks the bloom of Castelluccio begins, where the immense meadows of the plateau become a thousand colors.  A show that every Italian must see once in a lifetime.

#fromGrazEyes .
.
.
.
.
.
.
.
.
.
#castelluccio #castellucciodinorcia #norcia #perugia #igersperugia #umbria #igersumbria #sibillini #igersitalia #yallersitalia #ig_italia #livefolk #whatitalyis #passionpassport #lonelyplanet #beautifuldestinations #neverstopexploring #finditliveit #welltravelled #mytinyatlas #wonderful_places #igmasters #mashpics #awesomepix #awesomeearth #italian_places #moodygrams #agamesoftones #createcommune
  • ~ sunset on Civetta ~

ITA 🇮🇹 Alleghe in passato non era così, infatti nel 1771 una frana staccatasi dal monte Piz seppellì i tre villaggi di Riete, Fusine e Marin e si venne a formare l'attuale lago.
Oggi è il simbolo di questa vallata che ne ha fatto d'estate un'enorme attrazione turistica.
D'inverno invece il lago si ghiaccia ma essendo l'altitudine non elevata non è consigliabile camminarci.
~
ENG 🇬🇧 Alleghe in the past was not so, in fact in 1771 a landslide detached from Mount Piz buried the three villages of Riete, Fusine and Marin and came to form the current lake.
Today it is the symbol of this valley which has made it an enormous tourist attraction during the summer.
In winter the lake freezes but it is not advisable to walk because  the altitude is not high.

#fromGrazEyes
  • ~ when the sun goes down ~

ITA 🇮🇹 Sapete che una delle spiagge più belle d'Italia si trova tra le montagne del Trentino?! È quella del lago di Molveno.
12 ettari per distendersi a prendere il sole in 3 diversi tipi di terreno: giardino all'inglese, ciottoli oppure roccia pura.
Il vantaggio rispetto alle spiagge del mare? Aria pura, temperatura accettabile, mille attività e poca ressa. Siete ancora a fare coda per il mare per caso?
~
ENG 🇬🇧 Do you know one of the most beautiful beaches in Italy is located in the mountains of Trentino ?! It is the beach of Lake Molveno.
12 hectares to stretch out to sunbathe in 3 different types of ground: English garden, pebbles or pure rock.
The advantages over the sea beaches? Pure air, acceptable temperature, a thousand activities and little crushing. Are you still queuing for the sea?

#fromGrazEyes
  • ~ roar ~

ITA 🇮🇹 Sapete come costruirono questo faro nel XIX secolo?
Le difficoltà furono notevoli, i blocchi di pietra che costituivano il basamento dovettero essere tagliati sulla terraferma e sagomati in modo da combaciare uno con l'altro, poi caricati su imbarcazioni il cui piano di carico era fornito di rulli per facilitarne lo scorrimento, quindi trasportate fino allo scoglio e posizionati mediante una gru: i lavori si protrassero per cinque anni, a causa soprattutto dell'alta marea che consentiva di lavorare per poche ore al giorno.
La torre in granito grigio fu ultimata nel 1875, con i suoi 35 metri di altezza, il segnale era visibile anche in presenza di onde molto alte.
~
ENG 🇬🇧 Do you know how they built this lighthouse in the 19th century?
The difficulties were considerable, the blocks of stone that made up the base had to be cut on land and shaped so as to fit together, then loaded onto boats whose loading surface was equipped with rollers to facilitate sliding, then transported  up to the rock and positioned by means of a crane: the works lasted for five years, mainly due to the high tide which allowed them to work for a few hours a day.
The gray granite tower was completed in 1875, with its 35 meters high, the signal was visible even in the presence of very high waves.

#fromGrazEyes
  • ~ time to think ~

ITA 🇮🇹 La nebbia si dirada, i raggi di sole piano raggiungono ogni angolo di paesaggio. Attorno il silenzio e le Dolomiti. Il mio paradiso.
~
ENG 🇬🇧 The fog disappears, the sun rays reach every corner of the landscape. Around me the silence and the Dolomites. My paradise.

#fromGrazEyes
  • ~ monolith ~

ITA 🇮🇹 Cosa suscitano in voi i fari?
A me pace, un riferimento, una casa. Insomma sicurezza.
È la stessa sensazione di quando sono nelle Dolomiti dove riesco a orientarmi riconoscendo le cime.
Sarà forse per questo che li adoro?
~
ENG 🇬🇧 What do lighthouses stir up in you?
To me peace, a reference, a home. In short, safety.
It's the same feeling as when I'm on the Dolomites where I can orient myself by recognizing the peaks.
Maybe that's why I love them?

#fromGrazEyes

Seguimi!